Parte il 10 giugno la nuova iniziativa di IMM/Carrarafiere che, in partnership con Comune di Carrara/Marble Weeks, propone la migliore occasione per accogliere e incontrare clienti, buyer, giornalisti, professionisti, architetti e designer nel contesto di un nuovo modo di valorizzare il territorio Apuo-versiliese e il suo core business, secondo la chiave di lettura della “fiera naturale”, la fiera diffusa sul territorio dove i capannoni delle aziende diventano i padiglioni, espositivi e le cave l’estensione naturale dei capannoni stessi.
White Carrara Downtown sarà una manifestazione contraddistinta da un ricco calendario di appuntamenti a carattere artistico e di intrattenimento, ma includerà anche da una parte molto business: IMM/CarraraFiere ha infatti invitato all’evento decine di operatori internazionali, per mettere concretamente a sistema la rete di cooperazione tra cave e imprese con l’organizzazione di OPEN-DAY in azienda e in cava, oltre che attraverso incontri con buyer altamente qualificati. Saranno infatti organizzati due importati workshop B2B – il primo con focus sulle aziende del marmo e il secondo sul settore delle tecnologie – per dare la possibilità alle aziende partecipanti all’iniziativa di avviare nuovi contatti commerciali.
White Carrara Downtown rappresenta il secondo passaggio nel contesto del progetto di “4 volte marmo” l’articolata iniziativa promozionale messa in campo nell’anno di passaggio fra le due edizioni della fiera CarraraMarmotec; oltre a rivolgersi ai professionisti del settore lapideo l’evento offrirà a tutti i visitatori l’opportunità di conoscere la città e il suo territorio da molteplici punti di vista, assecondando interessi e passioni diverse, grazie alla vasta gamma di iniziative previste.
Fra le molteplici opportunità offerte al pubblico, anche un “Sight and Seeing Tour” a cura dell’Associazione Il Tau, per la visita del centro storico e delle cave, da farsi in fuoristrada e con “gustose” fermate alle larderie di Colonnata dover poter apprezzare, specialmente per chi viene da fuori regione, l’ormai famoso lardo.
Fra gli eventi di maggiori rilievo tre concerti che porteranno in città artisti notevolissimi: apre il primo weekend la cantante e artista inglese Sarah Jane Morris che si esibirà in concerto con
Domenica 11 giugno al Teatro Garibaldi (ore 21.00) accompagnata da Tony Remy & Tim Cansfield. Smpre al Garibaldi si prosegue il venerdì 16 giugno con Richard Galliano, fisarmonicista francese di musica Jazz e la sua Ensemble Symphony Orchestra. Grande ritorno poi sabato 17 giugno di Giovanni Allevi & Orchestra Sinfonica Italiana, che si esibirà con i suoi 48 musicisti nel suggestivo scenario delle cave di marmo.
Oltre ai concerti sono molte le iniziative d’interesse per i visitatori
In Via Verdi di fronte all’Accademia di Belle Arti “Scultura en plein air” un grande evento di scultura a mano che coinvolgerà decine di giovani scultori e al quale potranno prendere parte anche il pubblico se desideroso di cimentarsi con l’arte della scultura.
“Marble & the City” un percorso di opere in marmo che accompagnerà i visitatori all’interno del Centro Storico di Carrara, rivelando la storia, la cultura, la tradizione e il profondo legame che il marmo ha con il suo territorio.
“A spasso con l’Arte”: a cura dell’Associazione Culturale “La Formica”, cinque conferenze itineranti sulla ricerca artistica storica e contemporanea a Carrara per scoprire la città con un salto nel suo passato storico, ormai sconosciuto, accompagnati da musica e dal piacevole ascolto di una voce narrante
Mostre visitabili nei Palazzi Storici, nei Musei e nel cuore della città di Carrara.
E ancora Il marmo è Servito: a cura dell’Associazione Ristorando, Carrara da vivere e da gustare, alla scoperta dei prodotti dell’eno-gastronomia del nostro territorio con menu speciali preparati per i visitatori e ispirati al bianco del marmo, con la partecipazione di Al Teatro, Cibart, Hope, La Capinera, La Petite Cuisine, Merope’s Steakhouse, Ninan, Rebacco, Roma, Velia.
White Carrara Downton è organizzata da IMM/Carrarafiere in partnership con Comune di Carrara / Marble Weeks, il contributo di Regione Toscana e la collaborazione di: Accademia di Belle Arti di Carrara , Ass.ne Culturale La Formica, Ass.ne Ristorando , “Il Tau” Tour operator.

La Luce del Marmo
Anche le opere esposte alla mostra La Luce del Marmo, allestita in occasione del Fuorisalone Milano, saranno ricollocate in città.
Sarà Piazza Gramsci, (ex Piazza d’Armi ) insieme al cortile della Biblioteca Civica ad ospitare a Carrara “La luce del Marmo”, l’esposizione presentata a Milano e incentrata su tre importanti tematiche: il marmo di Carrara, la leggerezza e la luce, elemento fondamentale per la valorizzazione della materia e delle forme. Simbolo della mostra è BlockTheRock, il maestoso blocco di marmo di Carrara sapientemente illuminato dall’interno, che sarà posizionato sulla piazza, realizzato da MT Stone su progettazione Stoheng.
Nel cortile della Biblioteca Civica si snoderà invece la mostra dei manufatti in marmo realizzati ad hoc in collaborazione con famosi designer da ognuna delle aziende partecipanti al FuoriSalone e ora anche a White Carrara Downtown: Campolonghi, Errebi Marmi, Fibra, Franchi Umberto Marmi, Garfagnana Innovazione, G.M.C. Graniti Marmi Colorati (in partnership con Jing Living Furniture Design), Marmi Carrara e Sa.Ge.Van. Marmi; la mostra sarà inoltre caratterizzata dal lungo bancone reception realizzato da DS Trading e da un’illuminazione capace di esaltare la bellezza naturale del marmo grazie al know-how di Targetti Sankey.
Spiega il presidente di IMM Fabio Felici “Al Fuori Salone abbiamo messo in campo uno strumento di comunicazione e promozione molto valido per la valorizzazione del marmo delle nostre aziende: siamo riusciti a centrare questo obiettivo offrendo ai partecipanti all’iniziativa ottime opportunità di business. Con White Carrara Downtown continuiamo sul percorso intrapreso: vogliamo promuovere il marmo attraverso strumenti efficaci per le aziende, confermando il ruolo centrale di IMM rispetto alle attività di promozione del settore lapideo sul territorio.”